Regione Veneto

Peggioramento della qualità dell’aria

Pubblicata il 27/01/2020

Aggiornamento 27 gennaio 2020

Il bollettino odierno diramato da ARPAV, conferma quanto anticipato la scorsa settimana e cioè che le condizioni di sostanziale stabilità meteo avrebbero favorito l’accumulo del particolato atmosferico e così è stato. Da domani martedì 28 gennaio scatta infatti l’ALLERTA UNO, Livello Arancio. La tregua durata qualche giorno, successivamente alle precipitazioni di sabato 18 gennaio, aveva infatti visto un deciso calo del particolato, sotto il limite di legge, registrando valori di concentrazione di PM10 intorno ai 30 µg/m3. Nonostante ciò la persistenza del bel tempo e la conseguente mancanza di venti e precipitazioni degli ultimi 4 giorni riportano le concentrazioni di polveri sottili sopra la soglia di attenzione con valori intorno agli 80 µg/m3, il che fa scattare nuovamente sia per la Zona di Mirano ma più in generale per buona parte degli agglomerati metropolitani della Regione, il livello arancio. Il consiglio è quello di attenersi ad alcune indicazioni utili, al fine di limitare la produzione e l'emissione di nuovo particolato, in attesa del comunicato di giovedì 30 gennaio.

// Stufe a Legna // Relativamente all’uso della legna, ci appelliamo alla cittadinanza affinché l’impiego di stufe a legna, cucine economiche e caminetti aperti sia limitato a necessità reali, ovvero esclusivamente in mancanza di un sostitutivo impianto di riscaldamento, ricordando come in tutti gli altri casi sia vietato l’impiego di tali riscaldatori perchè di classe energetica zero.

// Stufe a Pellet // Per ciò che riguarda le stufe a pellet ricordiamo che con livello di allerta arancio, sono utilizzabili soltanto i generatori con classe energetica superiore alle tre stelle.

// Attività all’aperto // Preferire le ore centrali della giornata per le attività all’aperto, durante la quale le concentrazioni di particolato scendono. Evitare le prime ore del giorno e le ore serali per arieggiare le abitazioni.

// Mobilità // Preferire l’impiego della bicicletta per brevi spostamenti. In caso di tragitti in auto, spegnere il motore ai semafori rossi e a passaggio a livello chiuso e in generale in tutte le soste prolungate o brevi.

A seguire link di riferimento:

Mappa di previsione ARPAV:
https://www.arpa.veneto.it/inquin…/mappe_previsione_PM10.php

Bollettino qualità aria ARPAV:
https://www.arpa.veneto.it/inqu…/bollettino_allerta_PM10.php

Stazione di Riferimento di Bissuola:
https://www.arpa.veneto.it/…/bo…/aria/rete_pm10_details.php…

Aggiornamento 20 gennaio 2020
Si comunica il rientro al livello verde, a partire da domani, per il PM10 nel vostro comune, secondo quanto previsto dal Nuovo Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano.
ARPAV - Direzione Tecnico Scientifica
Osservatorio Regionale Aria
Via Lissa, 6 - Venezia (Mestre)
mail: orar@arpa.veneto.it

Aggiornamento 16 gennaio 2020
Comunicazione Arpav pervenuta in data 16 gennaio 2020 -
Si comunica che, nel Vs comune, è mantenuto il livello di allerta 1 per il PM10, secondo quanto previsto dal Nuovo Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano.
ARPAV - Direzione Tecnico Scientifica
Osservatorio Regionale Aria
Via Lissa, 6 - Venezia (Mestre)
mail: orar@arpa.veneto.it
Aggiornamento 13 gennaio 2020

Nel comunicato odierno ARPAV rinnova il livello di allerta arancio (Livello 1) fino a giovedì 16 gennaio compreso. Nonostante il PM10 sia in lieve diminuzione rispetto alla scorsa settimana, perdurano i divieti e le limitazioni già in vigore. Per un sensibile calo del particolato in sospensione bisognerà attendere una precipitazione o un cambio deciso del meteo. Rimangono pertanto validi i divieti presenti nell’ordinanza comunale e le misure da adottare al fine di limitare il più possibile l’emissione di nuovo particolato.

// Stufe a Legna // Relativamente all’uso del combustibile a biomassa, ci appelliamo alla cittadinanza affinché l’impiego di stufe a legna e caminetti sia limitato a necessità reali ovvero esclusivamente in mancanza di un sostitutivo impianto di riscaldamento.

// Stufe a Pellet // Per ciò che riguarda le stufe a pellet ricordiamo che con livello di allerta arancio, sono utilizzabili soltanto i generatori a biomassa con classe energetica superiore a tre stelle.

Postiamo infine un interessante studio relativo alle strategie domestiche per la riduzione delle emissioni delle stufe a legna.

// Prossimo aggiornamento // Giovedì 16 gennaio 2020

A seguire link di riferimento:

Come abbattere le emissioni delle stufe a legna:
https://www.aielenergia.it/…/82_Articoli%20C.%20Schmidl%20e…

Mappa di previsione ARPAV:
https://www.arpa.veneto.it/inquin…/mappe_previsione_PM10.php

Bollettino qualità aria ARPAV:
https://www.arpa.veneto.it/inqu…/bollettino_allerta_PM10.php

Progetto sperimentale monitoraggio:
https://deutschland.maps.luftdaten.info/#15/45.5503/12.0728

Ordinanza Comune di Noale
https://www.comune.noale.ve.it/de/attachment.php

Allegato
https://www.comune.noale.ve.it/c027026/de/attachment.php


Notizia originaria 8 gennaio 2020

Dopo il passaggio ad allerta arancione (il livello 1) delle scorse ore, per alcuni comuni della Regione, le condizioni persistenti di assenza di precipitazione e poco vento, porteranno ad un peggioramento della qualità dell’aria in tutto il territorio dell’entroterra veneziano, Noale compresa.
In attesa del comunicato ufficiale di ARPAV di prossima uscita, le previsioni descrivono fino a tutta la giornata di venerdì 10 gennaio livelli di PM10 molto alti, tra gli 80 e i 100 µg/m3, ben al di sopra del limite giornaliero consentito di 50 µg/m3.
Oltre alle misure previste dall'ordinanza n° 81 del 14/10/2019 per il contenimento delle concentrazioni degli inquinanti con il relativo allegato, il Comune di Noale raccomanda, a scopo cautelativo, alcuni accorgimenti da considerare durante questi giorni, indipendentemente da quale sia il bollettino ufficiale ARPAV.
1) SPEGNERE i motori durante le soste prolungate dei veicoli, i passaggi a livello chiusi, i semafori rossi, il carico e scarico merci e la sosta dei mezzi pubblici al capolinea.
2) RIDURRE le ore di funzionamento degli impianti di riscaldamento domestico, specie quando in casa non c’è nessuno ed abbassare la temperatura massima dei locali.
3) NON usare stufe a pellet con classi energetiche insufficienti, poco manutenute, o impianti alimentati a legna come caminetti e stufe, se non in assenza di altri impianti di riscaldamento, usando legna secca ed evitando altri materiali.
4) EVITARE di arieggiare le abitazioni nelle prime ore del giorno e la sera, preferendo le ore più calde della giornata per tale operazione.
5) PREFERIRE attività ludiche o sportive al chiuso, piuttosto che all’aperto. E nel caso di attività all’aperto, preferire le ore più calde del giorno coprendo anche in modo basilare le prime vie respiratorie.
A seguire i link di riferiemnto
Bollettino di previsione ARPAV
https://www.arpa.veneto.it/inquinanti/mappe_previsione_PM10.php
Ordinanza Comune di Noale
https://www.comune.noale.ve.it/de/attachment.php?serialDocumento=013KIG02019AE&p7m=1
Allegato
https://www.comune.noale.ve.it/c027026/de/attachment.php?serialDocumento=013KIH02019AE

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto