Regione Veneto

Noale Città che Legge - Presentata candidatura 30 gennaio 2020

Pubblicata il 07/02/2020

NOALE CITTA’ CHE LEGGE? Un progetto a cui tutti siamo chiamati a partecipare
In data 30 gennaio la Città di Noale ha intanto partecipato al bando “Città che legge 2020-2021” promosso da Centro per il Libro e la Lettura ed Anci
 
Creare un circolo virtuoso che porti la Città di Noale a diventare una “Città che legge”, è questo uno degli impegni dell’Amministrazione comunale. Un progetto articolato, che nel corso di questo mese vede a Noale la presenza di ben quattro eventi straordinari legati al mondo del libro e della lettura.
 
Domenica 9 febbraio, alle ore 17.30, presso Palazzo della Loggia ci sarà la presentazione del libro “Le mie radici nella Terra rossa” di Edoardo Casotto, la storia vera di Elda Gasparini, esule istriana di Salzano; sabato 15 febbraio, alle 15.30, un appuntamento in collaborazione con Auser Circolo Dal Maistro – sede dei Mercati Nuovi ex bar alla pesa - e l’opera “Il Volo del Canarino” di Franco Casadidio. Sempre presso Palazzo della Loggia mercoledì 19 febbraio, alle 20.45 Paolo Tonello ci intratterrà con il “Animare la Città nella Terra dei Tiepolo”; e per non dimenticare i più piccoli domenica 1 marzo, alle ore 17.00, Michela Salizzato presenterà il quarto volume dedicato alle avventure di Eric e Luna, questa volta coinvolti nei misteri e segreti di un magico Vulcano.
 
Tutto per creare – ci spiega l’Assessore alla Cultura Annamaria Tosattole premesse affinché Noale possa fregiarsi in futuro del titolo di Noale “Città che legge”. In questo contesto il Comune ha partecipato, in data 30 gennaio, al bando “Città che legge”, promosso da “Centro per il libro e la lettura” d’intesa con l’ANCI, rivolto a quelle  l’Amministrazioni comunali che si impegnano a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio.
 
Una qualifica da costruire e che è sicuramente particolarmente importante in quanto sorta di riconoscimento della crescita socio-culturale della comunità attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.
Prossimi passi, la partecipazione a “Maggio dei libri” con un progetto in collaborazione con il mondo della scuola e dedicato a Gianni Rodari in occasione del centenario dalla nascita. Il progetto, denominato “Ricordando Gianni Rodari – L’Autore dei Diritti Umani spiegato ai bambini”, vuole celebrare le sue storie, filastrocche ed illustrazioni, ha già preso il via, e coinvolgerà l’Istituto Comprensivo Betty Pierazzo – Scuola primaria e dell’infanzia. Significativa sarà poi la stipula di un “Patto locale per la lettura” che preveda una stabile collaborazione tra enti pubblici, istituzioni scolastiche e soggetti privati per realizzare pratiche condivise di promozione della lettura; patto a cui a breve saranno chiamati a rispondere le diverse realtà del territorio per promuovere realmente la lettura, non solo a parole…“.

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto