Regione Veneto

Città di Noale
Portale istituzionale

Seguici su

Limitazioni al traffico e agli impianti termici per contenere gli inquinanti atmosferici sino al 30 aprile 2022

Pubblicata il 07/10/2021

AGGIORNAMENTO ARPAV 10 GENNAIO 2022
LIVELLO ALLERTA 1 PM10 - Comunicazione appena pervenuta da ARPAV: Si comunica che, nel vostro comune, è stato raggiunto il livello di allerta 1 per il PM10, che sarà in vigore da domani, secondo quanto previsto dall'Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano e come integrato dalle DGRV n. 238/2021 e n. 1089/2021.
Il Bollettino di allerta PM10 è disponibile alla pagina https://www.arpa.veneto.it/inquinanti/bollettino_allerta_PM10.php

AGGIORNAMENTO RICEVUTO DA ARPAV 27 DICEMBRE RIENTRO NEI PARAMETRI COMUNICATO IL 05.01.2022 
Si comunica che, nel vostro comune, è stato raggiunto il livello di allerta 1 per il PM10, che sarà in vigore da domani, secondo quanto previsto dall'Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano e come integrato dalle DGRV n. 238/2021 e n. 1089/2021.
Il Bollettino di allerta PM10 è disponibile alla pagina https://www.arpa.veneto.it/inquinanti/bollettino_allerta_PM10.php
ARPAV - Dipartimento Regionale Qualità dell'Ambiente
Unità Organizzativa Qualità dell'Aria
Via Lissa, 6 - Venezia (Mestre)

NOTIZIA ORIGINARIA 7 OTTOBRE 2021

Il Comune di Noale con l’ordinanza sindacale n. 86/2021 “Adozione delle misure temporanee di contenimento dei livelli di concentrazione degli inquinanti atmosferici” ha adottato una serie di disposizioni per il miglioramento della qualità dell'aria. Lo scopo è di contenere il numero di superamenti del valore limite giornaliero del Pm10, stabilito dal D.Lgs. 155/2010, di 50 µg/m3, da non sforare per più di 35 giorni l'anno.
Le disposizioni danno attuazione al “Nuovo accordo di programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure di risanamento per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano”, sottoscritto dalle Regioni del Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte per l'applicazione di modalità comuni a tutta la Pianura Padana, volte all'adozione di limitazioni e divieti, nei settori maggiormente responsabili delle emissioni di Pm10: trasporti, combustione di biomassa per il riscaldamento domestico e dell’agricoltura.
Sono dirette a tutta la cittadinanza, alle ditte, enti, attività e/o associazioni presenti nel territorio.

Nell’ordinanza n. 86/2021 – scaricabile in allegato - si trovano in dettaglio le misure in vigore dal 6 ottobre 2021 al 30 aprile 2022:
  • Limitazioni impianti termici, combustioni all’aperto e spandimento liquami.
  • In sintesi con livello verde: limite di 17° C (+ 2 di tolleranza) per il riscaldamento di edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili; limite di 19° C per tutti gli altri edifici. Divieto di utilizzo di tutti i generatori di calore domestici alimentati a biomasse legnosa aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle (così come classificati dalla DGRV n. 1908/2016). Divieto di combustione all’aperto,  in particolare in ambito agricolo (fatte salve le necessità di combustione finalizzate alla tutela sanitaria di particolari specie vegetali) e di cantiere.
  • Con livello arancio e rosso Divieto di effettuare qualsiasi tipologia di combustioni all'aperto (falò rituali, barbecue e fuochi d'artificio a scopo di intrattenimento) fatte salve le iniziative pubbliche organizzate dall'Amministrazione comunale o coorganizzate con la stessa.Divieto di spandimento liquami zootecnici e, in presenza di proibizione regionale, impedimento di rilasciare le relative deroghe, fatti salvi  quelli effettuati mediante iniezione o con interramento immediato.
Le misure si attivano in funzione del livello di allerta per il Pm10 raggiunto.

Questi i livelli di allerta previsti:
  • livello di allerta 0 - VERDE: si attua dal lunedì al venerdì (giorni feriali);
  • livello di allerta 1 - ARANCIO: si attua con 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite consentito per il Pm10 (50 µg/m3);
  • livello di allerta 2 – ROSSO: si attua con 10 giorni consecutivi di superamento del valore limite consentito per il Pm10 (50 µg/m3).
Nel semestre invernale 2021-2022 Arpav emetterà, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì (entro le ore 13.00), il Bollettino dei livelli di allerta per il Pm10. Nel giorno di valutazione si considereranno i superamenti consecutivi del valore limite giornaliero del PM10 misurati fino al giorno precedente e i dati previsti dal modello SPIAIR (Sistema per la previsione dell’inquinamento dell’aria) per la previsione dei principali inquinanti atmosferici per il giorno in corso e i due successivi.
 Per conoscere il livello di allerta:

Allegati

Nome Dimensione
Allegato Ordinanza 86 del 6 ottobre 2021 Contenimento inquinanti.pdf 390.22 KB

Categorie In evidenza

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto