Regione Veneto

Nuove Proposte Utl - tra corsi ed incontri

Pubblicata il 22/12/2021

APPUNTAMENTO CON BASSANO DEL GRAPPA CULLA DI CIVILTA' TRA MONTI ED ACQUA con il proff. Ugo Silvello 20 maggio 2022




APPUNTAMENTO L'ACQUA UNA MOLECOLA INDISPENSABILE con il dott. Franco Bianchi 13 maggio 2022




APPUNTAMENTO 6 MAGGIO TREVISO MERAVIGLIOSA con Alessandro Comin




APPUNTAMENTO 29 APRILE IL PIACERE DELLE API dott. Paolo Fontana



APPUNTAMENTO 22 APRILE VILLA BOLASCO ED IL SUO PARCO ARCH. DANILA DAL POS



APPUNTAMENTO 8 APRILE. ALLA SCOPERTA DEI VULCANI con il dott. Boccalon





APPUNTAMENTO 1 APRILE 22  ALTINO: ALLA SCOPERTA DELLA CITTA' PERDUTA con il dott. Marco Bortoletto
La realtà Altinate si conforma fin dalle sue origini come luogo di transito e di scambio tra le merci provenienti dal mare con quelle del retroterra veneto e continentale. Quali furono queste merci e come venivano scambiate? Come si è evoluta la società Altinate nel corso dei lunghi secoli che hanno visto la nascita e la decadenza della città? Questi e altri temi verranno affrontati nella conferenza del prossimo 1 aprile. Dott. Marco Bortoletto

APPUNTAMENTO 25 MARZO 2022 LA SETA MITI E REALTA' con la prof.ssa Daria Perocco

"Pagine di seta": come la seta compare nel mito e in letteratura. Nella tradizione popolare veneta come nasce la seta? Come giustificare i vermi che poi producono questo filo se non con un intervento divino? Nei testi letterari, poi, fin dal Medio Evo l'oggetto e l'abito di seta si presentano come un bene prezioso ma non irraggiungibile che può quindi essere ambito nei desideri quotidiani: compare dunque nelle aspirazioni da una parte delle dame che desiderano l'abito di seta per i giorni di festa ed intanto ricamano usando fili di seta e dall’altra dei cavalieri che vogliono la gualdrappa di seta per il cavallo o la veste di seta da porre sopra lo scudo o le armi per i momenti di celebrazione e di parata. Il discorso percorrerà la storia della comparsa nella letteratura italiana del prezioso tessuto, ricordando anche i testi teorici per l'allevamento dei bachi diffusi dal Cinquecento per passare alla meraviglia espressa per le splendide stoffe che i viaggiatori portavano dall'oriente ed esplorare la storia dei significati che esso ha assunto nel corso dei secoli. Prof.ssa Daria Perocco

APPUNTAMENTO 18 MARZO 2022 FIGLI DELLE STELLE con Alan Zamboni 

Il pensiero antico a partire dai greci si è evoluto fino a diventare la conoscenza che abbiamo oggi su quanto ci circonda. Si attraversano epoche, personaggi, congetture, fallimenti, straordinarie scoperte e si viene coinvolti in un viaggio lungo la storia dell’uomo e del suo sapere. Vicende note e meno note si alternano ad aneddoti spesso divertenti, la scienza diventa racconto e si intreccia con la vicenda umana fino a restituire un affascinante affresco lungo i secoli. Ing. Alan Zamboni

APPUNTAMENTO 11 MARZO 2022 IL VIAGGIO DA ULISSE AD OGGI con Carlo Michielin



L'APPUNTAMENTO DI VENERDI' 4 MARZO ALDA MERINI , AVVENTURIERA DELL'ANIMA con Margherita Stevanato e Mirko Satto

 
Per ALDA MERINI, AVVENTURIERA DELL’ANIMA ideazione di Margherita Stevanato, voce recitante Margherita Stevanato, fisarmonica Mirko Satto - “Sono nata il 21 a primavera - ma non sapevo che nascere folle, aprire le zolle potesse scatenar  tempesta …” Con questi versi Alda Merini racconta di essere nata il 21 di marzo, data che coincide con la Giornata Mondiale della Poesia, quasi che il destino avesse deciso per lei fin dall’inizio. E davvero Alda comincia a scrivere da giovanissima ottenendo da una parte l’attenzione del mondo letterario e dall’altra una prima lezione di vita, ricorda, infatti, di come si vide strappata dal padre la recensione di Spagnoletti mentre le diceva “Ascoltami, cara, la poesia non dà pane”. Lei commenta “Era un uomo di buon senso”. Alda ammette di non aver mai volutamente cercato la poesia, anzi, afferma di essere sempre stata alla ricerca della verità “O poesia, non venirmi addosso/ sei come una montagna pesante,/ mi schiacci come un moscerino”. Ma forse proprio la ricerca della verità l’ha portata a perdersi nelle trame di una malattia che l’ha imprigionata per anni. Eppure  per Alda anche “la malattia ha un senso / una dismisura/ una passo/ anche la malattia è matrice di vita”. E in questa sua vita la poesia diventa bisogno, necessità, legame con il mondo oltre la tragedia del manicomio (in quell’orrido luogo che è il manicomio). E’ incredibile come la poetessa riesca a mantenersi lucida e impietosa “Io avevo sete di verità e non capivo come ero potuta capitare in quell’inferno” ma è proprio questa sua limpidezza unita ad una sferzante ironia che la farà scoppiare a ridere di fronte ai soprusi, che le permetterà di sopravvivere e restituirci il volto di un’anima in costante cammino, che rivendica, comunque, il suo diritto ad essere diversa. Tenendo ben presente,quindi, la complessità di un personaggio così sfaccettato, ho costruito un ritratto in prima persona intessendo i suoi versi e le sue prose: un racconto unitario che ripercorre senza soluzione di continuità i momenti drammatici della pazzia e gli slanci verso amori veri o presunti di cui lei rivendica il diritto alla creazione “I miei amori sono stati grandi come la morte. Inutile dire come li ho concepiti … ma nella musica li ritrovo tutti”. E quindi la musica come elemento capace di rendere vivi e reali un’emozione, un ricordo, per lasciare che le sue parole travolgano e trascinino con tutta la forza possibile.  Uno spettacolo concepito come un intimo dialogo tra la voce della poetessa ed ogni singolo spettatore nello spazio avvolto nella penombra, come un segreto svelato. “Avventuriera dell’anima” la chiamò Michele Pierri, il poeta tarantino suo secondo marito. In questa definizione Alda Merini ben si riconosceva, aggiungendo: “… in fondo una ladra, una rubacuori, una bambina”. Margherita Stevanato


L'APPUNTAMENTO DI VENERDI' 22 FEBBRAIO 
PAESAGGI E LUOGHI DEL PROSECCO
 
Breve storia della diffusione della coltura del Prosecco nel territorio tra Valdobbiadene e Conegliano e le implicazioni, sulla struttura degli ecosistemi, di una monocultura ad alta specializzazione, in termini di modificazione del paesaggio, filiera economica e impatto chimico delle sostanze usate a protezione della produzione.Questo nel quadro di un Veneto che ha fortemente antropizzato le sue risorse ambientali, lasciando alle generazioni future un ambiente che necessiterà di forti investimenti per il suo mantenimento. Coglierò l’occasione, da insegnante di Scienze e agronomo, di partire dall’analisi di un territorio per cercare di mostrare con quale linguaggio narrativo sia possibile trasmettere una sensibilità e un’attenzione per i luoghi in cui viviamo. Anche gli scrittori hanno responsabilità nell’educazione all’ambiente. Prof. Fulvio Ervas



L'APPUNTAMENTO DI VENERDI' 18 FEBBRAIO PERCHE' PAGARE LE TASSE? relatore prof. Dino Rossi
 
Negli ultimi anni importanti uomini politici hanno comunicato con slogan completamente diversi riguardanti le tasse: “meno tasse per tutti”, “non metteremo le mani nelle tasche degli italiani”, “pagare le tasse è bellissimo”. Lo Stato ha bisogno di mezzi finanziari per svolgere i compiti che i cittadini, la “politica”, gli hanno assegnato. La presentazione metterà in luce le principali motivazioni per l’intervento pubblico (servizi pubblici e redistribuzione dei redditi) e la dimensione delle entrate e delle spese pubbliche in Italia negli ultimi anni. Infine, sarà presentato qualche dato sull'evasione fiscale. Prof. Dino Rossi



INCONTRO 28 GENNAIO "Il fenomeno dei fulmini tra magia e scienza"- Relatore Ing. Fiorenzo Stevanato

 
Il fenomeno dei fulmini tra magia e scienza Il relatore si prefigge l’obiettivo di illustrare un fenomeno singolare della natura le cui conoscenze scientifiche non sono ancora del tutto chiarite. Si segue un percorso storico di come l’uomo ha inteso attribuire il fenomeno all’intervento divino di castigo e solo nell’età moderna ha potuto studiarlo in modo scientifico. Capiremo quali possono essere le conoscenze attuali e come affrontarlo in modo da ridurre i rischi per le persone e per le cose. Non mancheranno aneddoti e filmati. 



INCONTRO 4 FEBBRAIO "Pellegrino Artusi e  la scienza in cucina"- Relatore Prof. Danilo Gasparini
Abbiamo tutti in mente i “padri fondatori” dell’Unità d’Italia, del Risorgimento: Mazzini, Garibaldi, Vittorio Emmanuele II …e qualche minore. Tra i “nuovi” annessi e ammessi a questo “Olimpo Tricolore”, qualcuno, a ragione, ha proposto anche Pellegrino Artusi. C’è chi sostiene che con la sua opera, La Scienza in cucina e l’arte del mangiar bene uscita nel 1891, abbia contribuito a unificare l’Italia…in cucina, a tavola. Il suo ricettario ha dato un volto alla cucina nazionale, unificando il paese tanto quanto Manzoni aveva fatto con la lingua. Ma il suo non è solo un ricettario… è la storia anche straordinaria di chi ha costruito con lui questa identità che fa grande la nostra cucina. E se un popolo mangia bene… 



INCONTRO 21 GENNAIO "La Biodiversità della Foresta Amazzonica" - Relatore Lorenzo Cogo
La biodiversita´ sta scomparendo e compromettendo la nostra sicurezza alimentare, la nostra salute e la stessa qualita´della vita. Come fare per porci rimedio? Dal Parco Nazionale di Yasunì in Equador , culla della biodiversità segnali contrastanti di sconforto e di speranza - Lorenzo Cogo


INCONTRO 14 GENNAIO VOGLIA DI COMUNITA' CON DONATO DE SILVESTRI


Abstract ricevuto dal docente: Nella mia presentazione prenderò le mosse dal concetto di comunità, sottolineando i tratti che caratterizzano l’approccio psicologico e quello ecologico. Verrà quindi proposto un breve escursus storico, dalla comunità come entità strettamente legata alla territorialità, alla distinzione sostanziale tra società e comunità; dalla solidarietà meccanica a quella organica, fino alle comunità senza prossimità ed a quelle simboliche e virtuali. Si accennerà anche alle cosiddette comunità di pratica ed al concetto di comunità educante. I temi su cui si focalizzerà l’intervento saranno quelli dell’appartenenza, della fiducia, della responsabilità, della cura e della partecipazione. Lo stile sarà ispirato ad una sostanziale “leggerezza”, perché ritengo che specie in questo momento sia molto importante accompagnare la riflessione al benessere ed al sorriso. Utilizzerò molte immagini e dei cammei di cantautori italiani che già parecchi anni fa hanno saputo leggere e raccontare in modo straordinario, e tutt’ora attuale, il senso dell’essere società e di appartenere consapevolmente ad una comunità. Donato De Silvestri
 
APERTE LE NUOVE ISCRIZIONI AI CORSI INGLESE E SPAGNOLO FEBBRAIO 2022
 
📓 LINGUA INGLESE BASE (Docente Prof.ssa E.Gomiero) 📓 LINGUA SPAGNOLA BASE (Docente Prof.ssa R.Urbina)
• Per l’iscrizione è obbligatorio compilare, sottoscrivere e consegnare il modulo alla segreteria dell’Associazione o inviarlo via mail: noaleutl@gmail.com entro il 31/01/2022.
• L’iscrizione ai Corsi è di 130 Euro x 30 h. di lezione, comprensiva della quota associativa di € 10,00.
• L’avvio dei Corsi avverrà previo raggiungimento del numero minimo di iscritti previsto.
• La quota di frequenza dovrà essere versata prima dell’avvio dei Corsi, dopo la conferma di istituzione del Corso.
• La mancata frequenza alle lezioni non dà diritto al rimborso delle quote versate.
• L’avvio dei Corsi è previsto per l’inizio di febbraio 2022 con la seguente articolazione
LINGUA INGLESE BASE Mercoledì dalle h. 20,00 alle h.22,00 - LINGUA SPAGNOLA BASE Venerdì dalle h. 20,00 alle h.22,00
 
AL VIA I CORSI MONOTEMATICI
ISCRIZIONE AI CORSI
• Per l’iscrizione ai Corso Multidisciplinare,è obbigatorio compilare, sottoscrivere e consegnare il modulo all’ufficio dell’Associazione in Piazza XX Settembre n. 15, dal 22 al 27 novembre da lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.30 - sabato 10.00 alle 12.30 • Per l’iscrizione ai corsi di lingue e pittura è obbigatorio compilare, sottoscrivere e consegnare il modulo all’ufficio dell’Associazione in Piazza XX Settembre n. 15, nei giorni 19-21-26 ottobre, dalle ore 15:00 alle ore 18:30 o anche via mail: noaleutl@gmail.com • Costo corso multidisciplinare euro 140,00 • L’iscrizione ai corsi comprende la quota associativa di € 10,00 • L’avvio dei Corsi a tema avverrà previo raggiungimento del numero minimo di iscritti previsto • L’inizio dei Corsi e gli orari sono indicativi e potranno subire modifiche • La quota di frequenza dovrà essere versata prima dell’avvio dei Corsi • La mancata frequenza alle lezioni non da diritto al rimborso delle quote versate • Obbligo di possesso di green pass
PRESENTAZIONE PROGRAMMA
Il programma che l’Associazione culturale Università Tempo Libero di Noale propone, offre una ampia gamma di argomenti e incontri che tendono a sollecitare la partecipazione della Cittadinanza al
fine di favorire la crescita culturale e personale. Ciò è reso possibile grazie alla disponibilità dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Noale che collabora e sostiene attivamente le iniziative promosse. Un sentito ringraziamento va alla Parrocchia di Noale, per aver messo a disposizione i locali, ai relatori e agli studiosi che hanno accolto l' a partecipare alle attività organizzate.
VENERDI’ 22 OTTOBRE 2021 - ORE 16.00 SALA S. GIORGIO IN P.ZZA CASTELLO – NOALE
Intervengono: Germana Piovesan – Presidente Assoc. UTL Noale - Annamaria Tosatto – Assessore alla Cultura - Patrizia Andreotti – Sindaco Città di Noale
INFO: e-mail: noaleutl@gmail.com - www.utlnoale.it - Per tutti i corsi scarica locandina allegata 
A questo link il power point delle attività presentate: 
Attività UTL programmate per l'a.a. 2021/2022, presentate il 22/10/2021. 

 
 
 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato UTL DEPLI 2021-22.pdf 608.48 KB
Allegato Modulo iscrizione 2021_2022.pdf 274.84 KB
Allegato Modulo InformativaPrivacyUtl.pdf 80.45 KB
Allegato Attività UTL programmate per l' a.a.20212022 presentate il 22102021.pdf 1.62 MB

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto